Skinner_box_scheme_01Torniamo ai poveri topolini da laboratorio di Skinner, che premendo una leva casualmente si accorgono che esce del cibo. Così iniziano a premerla di proposito. E fin qui niente di nuovo, no? Ma cosa fanno gli scienziati perversi? Dopo che il topolino ha imparato a premere la leva ogni volta che ha fame, iniziano a far scendere del cibo dal distributore azionato dalla leva a volte sì e a volte no, in maniera casuale. Che succede? Che i topolini si intestardiscono e continuano a premere la leva in maniera molto più insistente.
Vi risuona in mente qualcosa di simile? Non so, magari qualche messaggino o telefonatina di troppo se qualcuno risponde una volta sì e una volta no! Non vi preoccupate, non siete impazzite di colpo, o per lo meno non siete “pazze” a priori!
Ho visto donne chiamare lo “sperimentatore” in preda ad attacchi isterici, deliri di gelosia, pensieri ossessivi e comportamenti compulsivi; donne che prima di essere rinchiuse in una gabbietta a premere una leva circolavano in totale libertà procacciandosi il cibo con le proprie capacità. Ora si ritrovano attaccate alla levetta pigiandola in maniera ossessivo-compulsiva anche se non sforna più cibo da mesi, a volte addirittura da anni.
Ma perché queste donne decidono di offrirsi come cavie da laboratorio? Quale uncino psicologico le aggancia per la cintura predisposta per l’aggancio complementare? L’aggancio avviene grazie all’ambiguità, alla sequenza sì-no-no-no-sì-sì-sì-no-sì-no-no-no-sì-no-sì-no-no-no. Donne che rispondono a stimoli ambigui proprio perché tali. Quante donne con un intuito “sano” dopo la prima sequenza sì-no dicono: “Addio, tu non stai bene!”, e continuano a circolare liberamente circoscrivendo quella gabbia con orrore e riconoscendo immediatamente lo sperimentatore sadico e perverso. Altre donne invece si intestardiscono con lui e solo lui perché se risponde uno volta sì e tre no vuol dire che in quella volta sì ha mostrato interesse sincero, mentre le volte no vengono cancellate e non contemplate se non nell’ultima, certa, sequenza no-no-no-no-no-no-no-…
Molto più interessante, e tragico, è l’esperimento della scimmietta che inventa ed escogita nuove soluzioni per arrivare al casco di banane posto appositamente fuori dalla sua portata. Così ci sono donne che escogitano qualsiasi marchingegno capace di attirare l’attenzione dell’uomo fantasma e così va a finire pure che se lo sposano, e vivranno per sempre vittoriose e sconfitte. Sì, perché quando pensano finalmente di averlo accalappiato hanno firmato la loro condanna all’isteria e all’ossessione perpetua.

(fonte immagine)

Annunci